Complici di fascino e alleati della salute della vista, questa è la “doppia vocazione” degli occhiali da sole. Sono infatti dei versatili accessori di outfit ma soprattutto degli indispensabili dispositivi oculistici protettivi. In pratica arricchiscono o definiscono il look e allo stesso tempo schermano gli occhi dai dannosi raggi UV. Col tempo però questa capacità si riduce e diventa inefficace. La domanda è: si possono cambiare lenti agli occhiali da sole conservando la montatura? Scopriamolo insieme.

Perché cambiare le lenti agli occhiali da sole

Come accennato, gli occhiali da sole difendono gli occhi dalle radiazioni ultraviolette. La loro “barriera” però con il tempo non funziona più come dovrebbe. Le ragioni sono molteplici, a cominciare dall’uso che si fa di questi dispositivi oculistici. In sostanza, più si utilizzano maggiore è la loro usura. D’estate ad esempio sono spesso a contatto con acqua di mare, sabbia o cloro delle piscine. Tenerli nel taschino o in borsa li espone inoltre al continuo sfregamento con tessuti ruvidi. Urti e graffi sono poi all’ordine del giorno nel caso degli occhiali per spot estremi. Per finire in molti adoperano superfici inadatte per pulirli, causando dunque lesioni e abrasioni. Infatti gli unici strumenti adeguati sono i classici panni in microfibra. Ecco spiegato perché dopo un po’ diventa necessario cambiare lenti agli occhiali da sole.

Quando sostituirle?

In realtà non c’è una regola per cambiare lenti agli occhiali da sole. Anche chi ne possiede un modello vecchio e svolge una vita intensa, con la dovuta cura ne prolunga la vita. Tuttavia c’è pur sempre un limite all’obsolescenza di un prodotto. Pure gli occhiali della migliore marca, tenuti nel modo corretto, non mantengono inalterate le performance originali nel tempo. La stessa esposizione alla luce, che è la funzione per cui sono progettati, a lungo andare li danneggia.

Infatti il trattamento e il pigmento protettivo che li ricopre si assottiglia e lascia passare sempre più i raggi UV. L’indicazione di massima è sostituirli o almeno cambiare lenti agli occhiali da sole ogni due o tre anni. Questa “data di scadenza” si accorcia al comparire dei primi segni sulla superficie delle lenti. I danni però a volte sono invisibili a occhio nudo. Quindi il consiglio è ascoltare sempre le indicazioni del proprio ottico di fiducia.

Cambiare le lenti agli occhiali da sole e tenere la montatura

Seguire sempre le ultime tendenze porta a sostituire il proprio smartphone anche se funziona ancora perfettamente. Lo stesso vale per gli occhiali da sole, quando diventano fuori moda. C’è però chi ha la passione per il vintage come i classici modelli anni ‘80 o lo stile anni ’60. Altri invece non si separano da una vecchia montatura semplicemente per ragioni affettive. Nonostante ciò arriva il momento di cambiare lenti agli occhiali da sole perché troppo rovinate. Allora che si fa? In questo caso è possibile conservare il telaio, rimuovendo soltanto le lenti. Una tale soluzione è decisamente più economica che acquistare un modello nuovo. Anche in questa circostanza è bene affidarsi esclusivamente a professionisti specializzati come Ottica Vasari. Chi non è del settore o procede con soluzioni “fai da te”, rischia di rovinare anche la montatura in modo irrimediabile. Infine, solo nei centri ottici certificati rilasciano la garanzia che quelle installate sono lenti polarizzate di qualità.