Le lenti a contatto non sono tutte uguali: esistono quelle standard che sono sferiche e quelle toriche che hanno invece una forma allungata (ovale) e sono ideali per chi soffre di astigmatismo, perché aderiscono meglio all’occhio, sono più efficaci e confortevoli. L’asse della lente, infatti, aumenta o diminuisce il potere di rifrazione, e si va a modellare sull’occhio risolvendo i problemi della vista dovuti alla curvatura del cristallino, causa dell’astigmatismo perché diminuisce la capacità di mettere a fuoco gli oggetti piccoli. La lente torica riequilibra il rapporto tra piani orizzontali e verticali e la visione ne risulta nitida e meno sfocata.

L’astigmatismo

La persona che soffre di astigmatismo ha quindi una visione non perfetta, sfocata o distorta, perché c’è un errore di rifrazione. La cornea non è perfettamente sferica e quindi la luce che entra non viene riprodotta come un’immagine nitida, ma si disperde nel retro dell’occhio.

Se l’astigmatismo è leggero non sempre richiede una correzione, ma se comporta stanchezza agli occhi o mal di testa oltre a una visione offuscata, allora è bene rivolgersi a uno specialista per trovare la soluzione migliore.

Lenti toriche moderne: le caratteristiche

Le lenti toriche di ultima generazione sono perfette anche per correggere oltre che l’astigmatismo anche miopia e ipermetropia. Le lenti possono essere morbide o rigide, le prime si adattano bene all’occhio, sono stabili e impercettibili; le seconde invece sono delicate e regalano un alto grado di stabilità.

Le lenti toriche, proprio per la loro funzione, devono essere applicate nel verso giusto (hanno un orientamento specifico) e non devono spostarsi all’interno dell’occhio in modo da regalare la migliore messa a fuoco (sono realizzate con zone sottili e altre più spesse e hanno un leggero taglio nella parte inferiore).

Inoltre, per chi soffre di occhi secchi, è bene valutare una lente con un contenuto di acqua elevato o che possa mantenere alta l’umidità, che sia traspirante e rilasci ossigeno, in modo da essere confortevole durante tutto l’arco della giornata.

Le tipologie di lenti toriche

Sono in commercio diversi tipi di lenti toriche che si distinguono per durata, e ognuno può scegliere ciò che preferisce in base alle proprie esigenze e all’uso. Si possono trovare lenti toriche giornaliere, quindicinali o mensili. Prima di effettuare l’acquisto, è bene sempre consultare l’oculista e il contattologo, sia per certificare il tipo di difetto visivo che per valutare il tipo di lente a contatto più adatto al proprio occhio.

Per chi decide di passare dagli occhiali alle lenti, è consigliabile cominciare a portare le lenti a contatto solo per alcune ore durante il giorno per poi aumentare man mano il tempo. Inoltre, bisogna sempre puntare su lenti di qualità e curarne l’igiene attentamente.