Le persone cercano sempre abiti e calzature che gli stanno bene addosso, o quanto meno scelgono ciò con cui si vedono meglio o si sentono a proprio agio. Dunque, questo è vero anche per gli occhiali. Anzi, il discorso vale a maggior ragione, considerato che i vestiti si cambiano, mentre le montature restano le stesse per molto tempo e si indossano continuamente. Così come per una corporatura robusta non è particolarmente indicato un indumento troppo aderente, anche gli occhiali si scelgono in base al volto. Per convenzione se ne distinguono essenzialmente 9 forme differenti: rotondo, quadrato, ovale, cuore, triangolo, triangolo rovesciato, rombo o diamante, rettangolo, allungato. Oggi ci concentreremo su quest’ultimo, per capire quindi come scegliere i giusti occhiali per viso lungo e magro.

Giocare con le proporzioni

Da decenni ormai gli occhiali non sono più un semplice dispositivo correttivo o protettivo, ad esempio quando sono da vista o da sole. Dunque li si indossa non soltanto perché si deve, ma spesso perché si vuole. In alcuni casi sono un dettaglio distintivo di personaggi famosi. In altri diventano un accessorio di moda e di culto che definisce un’epoca, come hanno fatto i Ray-Ban negli anni ’80. Diventano in pratica un elemento di outfit, capaci, dal punto di vista estetico, di nascondere punti deboli e valorizzare i punti di forza. Un volto sottile che si sviluppa verticalmente, di solito si associa anche a zigomi sporgenti e mento appuntito. Quindi gli occhiali per viso lungo e magro hanno il compito di restituire l’armonia alle proporzioni. I modelli più adatti sono quelli tondeggianti, di dimensioni abbastanza grandi, per accentuare l’effetto della larghezza. Attenzione però a non eccedere con montatura oversize. Infatti, in questo caso si ottiene l’effetto contrario. Per finire, nel caso in cui il naso sia un po’ spigoloso e pronunciato, una soluzione è quella di optare per una montatura con ponte basso.

“La forma del colore” negli occhiali per visi lunghi e magri

Nello scegliere gli occhiali per viso lungo e magro, meglio non concentrarsi solo su forma e dimensioni. Anche il colore ha la sua funzione e importanza. Il miglior modo per sdrammatizzare un volto allungato è “spezzare” la percezione principalmente verticale. Una montatura scura è ottima per creare una linea marcata di separazione tra una fronte alta e una mascella che non è da meno. Lo stesso effetto però si ha con tinte e sfumature più accese e sgargianti. Bisogna però puntare su tonalità che non vadano in contrasto con il proprio colore di pelle o di capelli. Il rischio infatti è aggiustare un difetto per crearne addirittura un altro.

E gli occhiali da sole?

Le stesse regole valide con gli occhiali per viso lungo e magro, da vista, valgono più o meno anche nel caso dei modelli da sole. L’unico accorgimento da avere è non eccedere nello spessore della montatura. Abbiamo infatti detto che il colore nero è buono per creare una linea di demarcazione tra fronte e mento. Tuttavia “troppo” scuro sfina ancora di più i tratti sottili e allungati della faccia. Una soluzione è utilizzare lenti sfumate o specchiate.

Hai dubbi? Chiedi a Ottica Vasari

Ora sai come regolarti nella scelta degli occhiali per viso lungo e magro. Se però temi di prendere la decisione sbagliata o sei in dubbio tra tanti modelli possibili, allora affidati a Ottica Vasari. Mentre lo staff di optometristi specializzati troverà la migliore soluzione per il benessere dei tuoi occhi, al resto penseranno i nostri consulenti di immagine. Vienici a trovare con serenità e fiducia.