Con la primavera arriva il tempo delle allergie. Anche se il momento della fioritura non è lo stesso per tutte le piante, il periodo tra marzo e giugno è più ricco di sole e vento e quello in cui la maggior parte delle piante fiorisce. Riniti, raffreddori e infiammazioni agli occhi sono all’ordine del giorno per una persona su cinque.

I pollini entrano in contatto con le mucose di occhi, naso e gola creando una infiammazione che attiva il nostro sistema immunitario. Questi allergeni vengono recepiti come nocivi dal nostro organismo per cui si attiva la produzione dell’istamina.

Allergie

I sintomi dell’allergia

Oltre a starnuti, pruriti e fastidi respiratori, anche gli occhi risentono delle allergie e reagiscono con rossore, gonfiore, lacrimazione e bruciore. Sarebbe importante identificare l’allergene ed evitare di entrare in contatto con la sostanza, e prendere delle piccole precauzioni.

È bene, in casi particolari e gravi, consultare il medico (allergologo) o l’oculista. Anche perché in determinati soggetti i sintomi possono essere anche più gravi: insonnia, stanchezza, difficoltà respiratorie e asma, ma anche riduzione dell’olfatto e del gusto, congiuntiviti (che possono essere allergiche, acute o croniche) e mal di testa.

Occhi sensibili, congiuntiviti

Come combattere l’allergia

In casa sarebbe utile non avere moquette e tappeti, e lavare spesso le tende, ma anche gli indumenti, proprio per evitare l’accumulo dei pollini. Areare gli ambienti la mattina presto e non nelle ore più calde, quando la concentrazione dei pollini è maggiore.

Evitare di uscire nelle giornate ventose, proprio perché il vento trascina maggiormente i pollini. Se si sta all’aria aperta per molto tempo potrebbe essere necessario l’uso di una mascherina. È bene viaggiare non tenendo abbassati i finestrini dell’auto e avere i filtri dell’aria sempre puliti.

Esistono anche prodotti specifici per l’allergia in grado di alleviare i sintomi e ridurre al minimo il contatto con il polline.

Occhiale da sole Polar

Prendiamoci cura dei nostri occhi

Una piccola regola, forse banale ma indispensabile, è lavare spesso – durante l’arco della giornata – le mani e il viso. È bene anche lavare con frequenza i capelli, soprattutto prima di andare a dormire, per evitare di depositare i pollini sul cuscino.

Non strofinare in continuazione gli occhi, che nelle persone allergiche sono in determinati periodi molto più sensibili. Un’accortezza che vale soprattutto per i bambini e per le persone che utilizzano quotidianamente le lenti a contatto. Proprio per chi indossa le lenti a contatto sono necessari alcune regole di base e consigli degli esperti. All’aperto gli occhiali da sole proteggono gli occhi dal vento e dalla presenza di allergeni nell’aria.

Scopri i prodotti e i servizi per il benessere degli occhi offerti da Ottica Vasari.