Le lenti a contatto colorate sono dei dispositivi che permettono di cambiare o sottolineare il colore degli occhi. Alcune persone le indossano in periodi particolari come Halloween e Carnevale per modificare totalmente la tonalità dell’iride; altre, invece, con le lenti a contatto colorate vanno a intensificare il colore naturale dei propri occhi. Esistono poi le lenti a contatto che hanno fantasie e colori stravaganti. 

Le lenti a contatto colorate sono disponibili anche in versione graduata, per cui sono perfette per l’utilizzo classico di tutti i giorni per correggere il difetto visivo. È sempre bene consultare il proprio ottico e contattologo di fiducia prima di acquistare questi dispositivi, in modo da poter avere il consiglio giusto e non incorrere in una scelta sbagliata o che possa portare un danno alla vista.

Tipologie di lenti a contatto colorate

Le lenti a contatto colorate sono sia estetiche che correttive. Le prime sono neutre non hanno un potere correttivo della vista (non sono graduate) e sono indossate puramente per un aspetto estetico o cosmetico. Le seconde, invece, vanno a correggere il difetto visivo che sia miopia o ipermetropia, ma cambiano anche il colore degli occhi. Ecco le tipologie di lenti a contatto colorate in commercio: 

  • lenti a contatto tonalizzanti: dette anche riflessanti, esaltano il colore naturale dell’occhio e le sue sfumature, ad esempio l’occhio chiaro viene reso più brillante, mentre sugli occhi scuri la lente tonalizzante potrebbe non avere lo stesso effetto;

  • lenti a contatto opache: dette anche coprenti perchè coprono interamente il colore naturale dell’occhio e donano quindi un nuovo colore all’iride (ma non alterano la vista della pupilla), sono disponibili in una vasta gamma di tonalità e sono perfette per chi vuole avere gli occhi di un altro colore (l’effetto è comunque naturale e non artificiale) o per chi ha esigenze sceniche (es. sui set cinematografici);

  • lenti a contatto “folli” o con effetto: sono originali, stravaganti, perfette per un travestimento e per non passare inosservato; modificano in modo sostanziale l’occhio e lo trasformano in uno simile a quello dei felini o degli zombie.

Come scegliere le lenti a contatto colorate

Quando si sceglie una lente a contatto colorata si possono prendere in considerazione diversi fattori come il colore dei capelli, della carnagione e il gusto personale. Tutto dipende dal look che si vuole ottenere. Per un look naturale si potranno accentuare le sfumature del proprio occhio, andando a modificare l’intensità ma non il colore. 

Per un look, invece, del tutto nuovo ma in ogni caso sempre non artificiale si potrà cambiare totalmente la tonalità dell’iride, e così se avete sempre sognato di avere gli occhi azzurri potrete realizzare questo desiderio. Chi, infine, vuole indossare una lente che doni all’occhio un effetto particolare per una festa o un evento avrà la possibilità di farlo. 

Come per tutte le lenti a contatto è bene sempre seguire le indicazioni sia su come metterle e toglierle nel modo corretto e sia su come prendersene cura scegliendo soluzioni saline e altri prodotti utili. 

Lenti a contatto colorate graduate

In commercio esistono anche lenti a contatto colorate e graduate, che quindi oltre a modificare o a intensificare il colore, aiutano anche nella correzione del difetto visivo.  Questa tipologia di lenti va trattata con la stessa cura che utilizziamo per le altre lenti classiche: generalmente si utilizzano quelle giornaliere per le lenti con effetto; mentre per le lenti tonalizzanti e opache si possono acquistare anche in confezioni mensili. Al primo fastidio (congiuntiviti o occhi arrossati), così come per le normali lenti a contatto, è bene togliere il dispositivo e consultare un oculista di fiducia.